17/02/2012 Comunicazione PEC prorogata al 30 giugno 2012

L’art. 37 del D.L. 5/2012 ha prorogato al 30 giugno 2012 il termine per effettuare la comunicazione PEC.

L’art. 37 del decreto legge 9 febbraio 2012 n. 5 (entrato in vigore il 10 febbraio 2012)  ha inoltre previsto che:

“Le imprese costituite in forma  societaria  che,  alla  data  di entrata in vigore del presente decreto, non hanno ancora indicato  il proprio indirizzo di posta elettronica certificata al registro  delle imprese, provvedono a tale comunicazione ai sensi  dell’articolo  16, comma 6, del decreto-legge 29 novembre 2008, n 185,  convertito,  con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2, entro il 30  giugno 2012.”

Pertanto:

  • le domande di iscrizione al Registro Imprese presentate a partire dal 29 novembre 2008 dovranno riportare, nell’apposito riquadro del modello S1, l’indirizzo di posta elettronica certificata della società.
  • le imprese già costituite in forma societaria alla data del 29 novembre 2008 dovranno comunicare entro il 30 giugno 2012 l’indirizzo di posta elettronica certificata.

L’obbligo deve essere considerato come un incentivo in tutti i sensi. Acquistare una casella PEC infatti non comporta insostenibili dispendi di energia e di denaro, però permette l’utilizzo di un sistema di comunicazione che presenta solo aspetti positivi.

Come ottenere la PEC                                         

La Posta Elettronica Certificata è il corrispettivo virtuale della Raccomandata con Ricevuta di Ritorno, pertanto l’invio di comunicazioni attraverso questo canale prevede la ricezione di una ricevuta virtuale con valore legale della consegna del messaggio stesso, evitando interminabili code agli sportelli postali.

Il sistema garantisce l’inviolabilità delle proprie comunicazioni evitando problemi di contraffazione degli indirizzi mail e rende tracciabili i movimenti dei messaggi: gli invii e le ricezioni dei messaggi godono infatti della supervisione di Gestori Certificati che inviano le ricevute di presa in carico del messaggio e di consegna dello stesso fornendo una data e ora certa di tali spostamenti.

Chiaramente, maggiori sono gli utilizzatori del servizio, maggiori saranno i vantaggi degli utenti stessi: da qui l’obbligatorietà di dotarsi di un indirizzo PEC entro il 30 giugno 2012.

L’utilizzo della PEC si è già diffuso tra le aziende fornendo un’alternativa all’utilizzo del fax e della raccomandata per l’invio di documentazione ufficiale come fatture e note di credito, contratti, preventivi ecc. e tutto ciò che prevede una prova certa e legalmente riconosciuta di ricezione da parte del destinatario.

Per comunicare la PEC al Registro Imprese occorre firmare digitalmente la pratica tramite Smartcard di Firma digitale.

Se non ce l’hai ordinala subito!      

Linkedin Facebook Twitter Plusone